Gli effetti della neve sono molto positivi per la vite. Dal punto di vista generale l’aspetto delle nevicate rappresenta la possibilità di ripristinare parte delle scorte idriche nel terreno che le coltivazioni agricole potranno utilizzare per la loro crescita durante il periodo primaverile. L’effetto della neve caduta si prolunga nel tempo poiché si scioglie più lentamente e viene assorbita dal terreno con gradualità e senza dispersioni in modo certamente più positivo di quello provocato dalle piogge intense che tendono a scorrere via superficialmente sul terreno senza essere assorbite, e creando anche maggior erosione superficiale. Dal punto di vista agronomico la caduta della neve e’ destinata a portare generalmente sollievo all’agricoltura, secondo l’antico proverbio contadino “sotto la neve pane”. 20 dicembre 2010 Davide Ferrarese


read more


E’ un classico: il passaggio dalla stagione invernale a quella primaverile  si evidenzia con un rialzo termico spesso improvviso.

Questo innalzamento della temperatura influisce sul calore del terreno in tempi relativamente brevi. Le radici, in stadio di parziale riposo (una specie di “coma vigile”) risentono di detta variazione e si riattivano, riprendendo lo sviluppo sospeso dall’autunno con l’avvento dei freddi invernali. Ed elaborando particolari sostanze ormonali che determineranno poi l’avvio della ripresa vegetativa.


read more

La caduta delle foglie

L’arrivo dell’autunno non è solo ricordato dal calendario e dal cambio degli armadi, ma è da sempre evidenziato dal mutare del colore delle foglie che si tingono con tonalità vivaci.


read more