Il campionamento del Gavi poco prima della vendemmia

La stagione 2011 conferma le sue stranezze. I referti analitici mostrano la loro variabilità tra i diversi campioni, confermata dalla stessa situzione di campagna dove si notano vigneti con differenze di maturazione anche all’interno dello stesso areale viticolo a seconda delle condizioni in cui si trovano. Abbiamo viti che sono in maturazione avanzata a fronte di altre che devono ancora raggiungere dei buoni valori analitici. Il perdurare del caldo avuto nel mese di agosto ha accentuano difformità tra le viti e la presenza di acini in disidratazione soprattutto per i grappoli maggiormante esposti. La sanità è diffusa. Per garantire qualità della vendemmia sarà fondamentale la scelta del vigneto da cui iniziare a raccogliere. In questa scelta è molto utile anche la degustazione dell’acino che può dare indicazioni molto interessanti. La prossima settimana i vigneti giovani e maggiormente esposti, potrebbero essere vendemmiato con notevole anticipo rispetto all’epoca normale di raccolta del cortese. Nel frattempo osserviamo il meteo di questo fino settimana che prevederebbe variabilità e abbassamento delle temperature, sicure condizioni benefiche per le viti.

Davide Ferrarese, 3 settembre 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *