Enovitis 2011, per me una delusione

Per me quest’anno l’enovitis è stato poco interessante.
Segnalo un paio di cose che si possono vedere per valutare e “sapere” qualcosa in più:
– Viteco Cane pruner: che serve per la stralciatura del Guyot, ma che nelle nostre condizioni di coltivazione non lo vedo facilmente applicabile;
– attrezzi per la lavorazione del terreno: tra le file vedo interessanti gli arieggiatori per smuovere la struttura del terreno e rompere le croste di lavorazione; per quanto riguarda la lavorazione interfilare è complessa la scelta di un unico attrezzo ma andrebbe valutato a seconda del terreno;
– gestione della vegetazione: vedo interessanti valutare le nuove legatrici, che si potrebbero provare durante la stagione, compatibilmente con le superfici su cui lavorare;
– materiale per l’impianto dei vigneti: non ci sono grosse novità in merito, se non il “ritorno” del palo in ferro “corten”.
25 novembre 2011
Davide Ferrarese